[chiudi]

Salvatore Aleo

Note biografiche

Salvatore Aleo è professore ordinario di Diritto penale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Catania; è anche Direttore del Dipartimento di Studi Politici dell’Università di Catania dall’anno accademico 2003-2004.
Si è laureato con lode in giurisprudenza nell’Università di Catania nel 1975, discutendo una tesi sul pensiero di Th. W. Adorno.
È stato assistente di Diritto penale nella Facoltà di Giurisprudenza di Catania.
Nell’anno accademico 1986-1987 è diventato professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Catania.
In questa Facoltà ha insegnato e insegna diritto penale nei corsi di laurea di Scienze Politiche, di Scienze del servizio sociale, di Scienze dell’amministrazione, di Relazioni pubbliche.
Insegna altresì Criminologia nella Facoltà di Giurisprudenza di Catania.
Ha contribuito all’istituzione e all’attivazione del corso di laurea in Scienze del servizio sociale.
Ha coordinato l’attivazione e le attività del corso di laurea in Relazioni pubbliche con sede in Caltanissetta, di cui è stato presidente.
Dal 2000 al 2006 è stato delegato del Rettore dell’Ateneo catanese per i rapporti con le istituzioni del bacino territoriale di Enna e Caltanissetta.
È stato membro della commissione d’esami per il conseguimento del titolo di avvocato nel distretto della Corte d’appello di Catania negli anni 1989-1990 e 1999-2000.
Negli anni 1992-1993 ha fatto parte della commissione del concorso per uditore giudiziario.
È stato membro della commissione ministeriale per la riforma del codice penale presieduta dal dott. Nordio.
Fa parte del comitato scientifico della Rassegna penitenziaria e criminologica e della Rivista italiana di comunicazione pubblica.
È direttore dei Quaderni del Dipartimento di Studi Politici.
Nel 2005-2006 ha fatto parte del comitato scientifico che ha elaborato e gestito il progetto “Approccio e Interrelazione” per conto del FORMIT – Ministero dell’interno.
Nel 2005-2006 ha coordinato per conto dell’Università di Catania il Master in Scienze penitenziarie e della sicurezza, riservato ai vice commissari in prova del corpo di polizia penitenziaria, realizzato in convenzione con il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria del Ministero della giustizia.
Nel 2006 ha tenuto a Roma l’insegnamento di Teoria delle organizzazioni criminali presso la Scuola di perfezionamento delle forze di polizia gestita dal Ministero dell’interno.
Ha studiato la teoria e le forme generali della responsabilità penale, con particolare riferimento alla protezione dei beni giuridici e al rapporto di causalità nel reato, nonché alla dimensione collettiva dell’offesa e alle strutture organizzate di tipo stabile. Ha applicato al diritto penale e all’analisi criminologica l’epistemologia della complessità, la teoria dell’organizzazione e il metodo funzionalistico, ponendo in evidenza l’insufficienza dell’analisi causale nella rappresentazione dei modelli e delle forme collettive e organizzate complesse. Ha allargato l’analisi di tipo sociologico allo studio dei fenomeni criminali e della storia della criminologia.
Su questi temi ha scritto alcuni volumi:
Sistema penale e criminalità organizzata. Le figure delittuose associative, Giuffrè, Milano, 1999, II ed., 2005;
Diritto penale e complessità. La problematica dell’organizzazione e il contributo dell’analisi funzionalistica, Giappichelli, Torino, 1999;
Causalità, complessità e funzione penale. Per un’analisi funzionalistica dei problemi della responsabilità penale, Giuffrè, Milano, 2003;
Criminologia e sistema penale, CEDAM, Padova, 2006;
Diritto penale. Parte generale, Cedam, Padova, 2008.
Altre pubblicazioni:
Il danno e il pericolo nel reato, ed. provvisoria, Catania, 1983.
Il disvalore e le forme generali della responsabilità penale. Prospettive di teoria e riforma del diritto penale, Giuffrè, Milano, 1989.
La responsabilità penale in relazione ai modelli organizzati, in AA.VV., Una Facoltà nel Mediterraneo. Studi in occasione dei trent’anni della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Catania. 1969-1970/1999-2000, vol. II, Giuffrè, Milano, 2000, pp. 1-12.
Le trasformazioni del sistema penale fra logica formale e complessità, in Rassegna degli Avvocati Italiani, 2000, 1, pp. 33-41.
Comunicazione e complessità del diritto, in Rivista italiana di comunicazione pubblica, 2001, 7, pp. 12-21.
The definition and repression of organized crime, in AA.VV., The European Union and the challenge of transnational organised crime. Towards a common police and judicial approach, a cura di F. Longo, Giuffrè, Milano, 2002, pp. 61-75.
Organised criminality and the Constitutional State, in Mediterranean Journal of Human Rights, 2002, pp. 27-38.
Funzione penale e processo minorile. Considerazioni in tema di teoria della responsabilità nella problematica della complessità, introduzione a E. LANZA, La sospensione del processo con messa alla prova dell’imputato minorenne, Giuffrè, Milano, 2003, pp. IX-XXI.
Criminalità transnazionale e definizione della criminalità organizzata: il requisito dell’organizzazione, in AA.VV., Nuove strategie per la lotta al crimine organizzato transnazionale, a cura di V. Patalano, Giappichelli , Torino, 2003, pp. 7-21.
Sul problema della definizione della criminalità organizzata alla luce della Convenzione di Palermo, in Rassegna penitenziaria e criminologica, 2003, n. 1-2, pp. 1-37.
Crisi del sistema penale e riforma dello Stato, in Rassegna penitenziaria e criminologica, 2003, n. 3, pp. 1-14.
La responsabilità penale per l’organizzazione criminosa. Profili teorici e sistematici, in AA.VV., Criminalità organizzata e sfruttamento delle risorse territoriali, a cura di M. Barillaro, Giuffrè, Milano, 2004, pp. 19-37.
La repressione penale del traffico internazionale delle persone nel quadro delle problematiche generali dell’organizzazione e della globalizzazione, in AA.VV., Il traffico internazionale di persone, a cura di G. Tinebra e A. Centonze, Giuffrè, Milano, 2004, pp. 281-305.
Il diritto flessibile. Considerazioni su alcune caratteristiche e tendenze del sistema penale nella società attuale, con riferimento particolare alla materia della criminalità organizzata, in Rassegna penitenziaria e criminologica, 2004, n. 2, pp. 1-76.
Il sistema penale, Giuffrè, Milano, 2004, II ed., 2005.
Rapimenti e comunicazione, in Rivista italiana di comunicazione pubblica, 2005, n. 24, pp. 7-9.
Insieme con Giorgio Pica, Comunicazione e diritto nel processo di innovazione digitale, in Rivista italiana di comunicazione pubblica, 2005, n. 25, pp. 23-40.


[chiudi]