Fabio Santangeli

Professore di I fascia IUS/15 - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE
Email: fsantangeli@lex.unict.it
Telefono: 095230364

Orario di Ricevimento:Link


Nato a Torino il 22-09-1964.

Note bibliografiche
Ha conseguito la maturità classica nell'anno 81/82 al liceo statale Mario Cutelli di Catania, riportando la votazione di 60/60; si laurea il 24-07-1986 presso la Facoltà di Giurisprudenza di Catania con il massimo dei voti e la lode.

Immediatamente dopo inizia la sua collaborazione con il Prof. E. Grasso, titolare della Cattedra di Diritto Processuale Civile, e successivamente la prosegue con il Prof. Italo Andolina, partecipando alle attività didattiche e di ricerca, alle commissioni d’esame, seguendo la stesura delle tesi e tenendo dei seminari.
 

Ha pubblicato diversi scritti, tra i quali le seguenti monografie: L’interpretazione della sentenza civile (Milano 1996), Procedimenti fallimentari e processo civile ordinario (Padova 1996), Il precedente giudiziale (Catania 1996), L’ordinanza successiva alla chiusura dell’istruzione (Milano 2001), Il sequestro nel processo civile (Milano 2003), Il sequestro civile (Catania 2003).

Ha curato il “codice del nuovo fallimento e altre procedure concorsuali- schemi e tabelle”, Giuffrè 2006, ed i successivi aggiornamenti annuali.

Ha scritto e curato il “commentario della nuova legge fallimentare”, Giuffrè 2006, pag. 932.

Tra gli scritti editi su riviste, v.:
Intervento al XVII Convegno Nazionale di Diritto Processuale Civile, I procedimenti in Camera di Consiglio, Palermo, 6-7 ottobre 1989, edito negli atti del Convegno, pag.289-293.
Intervento al Convegno Il Conciliatore nei comuni d'Europa, Palermo, 12-15 settembre 1990, edito negli Atti del Convegno, pag.229-231.
Revoca degli amministratori di una società di capitali e provvedimenti d'urgenza. Nota a ord. Pret. Mascalucia, 11 febbraio 1991, pubblicata nella Rivista Diritto Fallimentare 1992, parte seconda, pag.896-907.
Estensione del fallimento a seguito di risoluzione del concordato preventivo e integrazione del contraddittorio al giudizio d'opposizione. Pubblicato nella rivista Diritto Fallimentare, 1991, pag.642-650.
La sentenza del pretore nel nuovo processo civile, pubblicato nella Rivista Giustizia civile, 1992, pag.357-364.
Reclamabilità dei Provvedimenti Presidenziali. Note a ordinanze Pres. C.A. Catania: 2 novembre 1989, 20 novembre 1989, 15 gennaio 1990. Pubblicato nella Rivista di diritto civile, 1993, pag.129-148.
Brevi riflessioni sui rapporti tra democrazia e processo, intervento al II Convegno italo-ungherese dei processualisti del 6-9/07/1994, Miskolc (Ungheria), edito in Legalità e Giustizia, 1995, pag. 125-130.
L’udienza di prima comparizione in una interpretazione della Suprema Corte, in Riv. Dir. Proc. 2001, 589 ss.
L’interpretazione della sentenza civile, atti del Convegno L’interpretazione della legge alle soglie del XXI secolo, a cura di A. Palazzo, Perugia 2001.
Su criticabili indirizzi della Cassazione a proposito di chiamata di terzo da parte dell’opponente nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, edito in Judicium 2002 (rivista elettronica) e stampato in proprio (Catania 2003).
Sui criticabili (e reiterati) indirizzi della Cassazione a proposito di chiamata di terzo da parte dell’opponente nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, edito in Giust. civ. 2003, e stampato in proprio (Catania 2003).
La nuova fase della verifica contenziosa dei crediti nel fallimento del disegno di legge di iniziativa governativa intitolato “Modifiche urgenti al regio decreto 16 marzo 1942, n.267, recante disciplina del fallimento” approvato il 01/03/2002, stampato in proprio (Catania 2003).
Sentenze di incompetenza e di fallimento non comunicate dal cancelliere agli interessati, e decorrenza del termine per la riassunzione della causa e per l’opposizione alla sentenza di fallimento, edito in Judicium 2003 (rivista elettronica), in Giur.Merito 2004, 517 ss. e stampato in proprio (Catania 2003).
Le banche e “l’affronto” della richiesta di documentazione e delle revocatorie, edito in Judicium 2003 (rivista elettronica) e stampato in proprio (Catania 2003), ora in Le banche, la richiesta di documentazione e le revocatorie, in Riv. dir. fall. 2003, I, 1843 ss. .
La consecuzione delle procedure concorsuali nell’evoluzione giurisprudenziale, edito in Judicium 2003 (rivista elettronica) e stampato in proprio (Catania 2003).
Reclamo, revoca, modifica e modalità d’attuazione dei provvedimenti cautelari, edito in Judicium 2003 (rivista elettronica) e stampato in proprio (Catania 2003).
Il sequestro civile, stampato in proprio (Catania 2003).
Il d.l. Marzano, ovvero le mani della politica sui procedimenti di ristrutturazione (rectius: o mantenimento in vita purchessia) delle “grandissime” imprese in crisi. Note a prima lettura., edito in Judicium 2004 (rivista elettronica).
Il provvedimento d’urgenza ex art. 700 c.p.c. e la manutenzione del contratto”, edito in Judicium (rivista elettronica) e Riv. dir. proc. 2006.
Ordinanza ex art. 186 quater c.p.c. e giudizi d’appello, in Corr. giur. 2005, 1405.
“Osservazioni a prima lettura sui nuovi articoli 67 e 70 del r.d. 16 marzo 1942, n. 267 e sull’art. 10 d.p.r. 20 giugno 2005 n. 22”, in Judicium e Fallimento on line 2005 (riviste elettroniche)
L’udienza di trattazione alla luce delle recenti riforme, in Judicium (rivista elettronica) e di prossima pubblicazione sugli Annali del Seminario Giuridico della Facoltà di Giurisprudenza di Catania;
Le udienze di trattazione della causa nell’attuale processo civile ordinario, in Diritto e giurisprudenza 2007, f. 3, 387;
Valutazione impatto ambientale grandi opere (V.I.A.G.)”, pag. 605-647, in Il codice dei contratti pubblici, Napoli 2006;
Per l’estensione o l’abolizione del processo commerciale ordinario, edito in Judicium (rivista elettronica), e di prossima pubblicazione su Il giusto processo civile;
La Cassazione tra banche e risparmiatori; dalla difesa delle fideiussioni omnibus al recupero della terzietà. Una riflessione sulle tutele sostanziali e processuali. La scelta degli istituti di credito tra difesa ostruzionistica e partecipazione attiva, edito in Judicium e su Diritto e Diritti (riviste elettronica);
L’immediata esecutorietà della sentenza di revocatoria fallimentare dei pagamenti effettuati dal fallito alla luce di un recente revirement della Corte di Cassazione, edito in Fallimento on line (rivista elettronica);
Decretazione d’urgenza e norme processuali in materia fallimentare: considerazioni a margine di una recente pronunzia della Corte costituzionale, edito in Il Fallimento e le altre procedure concorsuali 2008, 11;
La costruzione del diritto europeo comune e le giurisprudenze nazionali e comunitarie, tra modelli di decisione e tecniche di interpretazione, edito in Judicium e Diritto e diritti (riviste elettroniche);
Le modifiche introdotte dal decreto correttivo 169/2007 al processo per la dichiarazione di fallimento ed alla fase dell’accertamento del passivo, in Il Diritto Fallimentare e delle società commerciali 2008, III, 147-170.
 

Ha ottenuto, in riferimento all'anno accademico 86/87, la borsa di studio Toscano-Scuderi.

Il 28-09-1990 consegue il titolo di Procuratore Legale.

Viene ammesso a frequentare il IV ciclo del Dottorato di Ricerca in Diritto Processuale Civile con sede amministrativa in Napoli, classificandosi al 1° posto a pari merito fra gli ammessi. In data 13-07-1993 ha sostenuto, con esito positivo, l'esame per il conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca, presentando una dissertazione finale dal titolo “L'interpretazione della sentenza civile”. Da qui lo spunto per la più approfondita monografia dallo stesso titolo edita dalla Giuffrè nel 1996 nella collana della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catania.

Nel mese di gennaio del 1993 ha vinto una borsa di studio biennale del C.N.R. nell'ambito delle tematiche del Diritto Fallimentare, essendosi classificato al 1° posto nella graduatoria di merito. Gli studi svolti hanno fornito lo spunto per l’elaborazione della monografia “Procedimenti fallimentari e processo civile ordinario”, pubblicata dalla CEDAM nella collana di Studi a cura di A. Bonsignori e G. Ragusa Maggiore nel 1996.

Nel mese di gennaio del 1994 ha ricevuto il premio Failla-Modica del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati e Procuratori Legali della provincia di Catania.
Nel mese di marzo del 1995 ha vinto una borsa di studio del C.N.R. nell'ambito della tematica “Studi su organizzazione e comportamento giudiziario; sistemi giudiziari comparati”, essendosi classificato al 1° posto nella graduatoria di merito. Le riflessioni sull’analisi comparata della giurisprudenza e sull’uso del precedente nei diversi ordinamenti, svolta nell’ambito della borsa di studio, hanno rappresentato un non marginale contributo alla realizzazione della monografia “La sentenza civile come precedente giudiziale. Il suo valore, le modalità di estrazione, i suoi interpreti”.

Il 18/09/96 è stato dichiarato vincitore di concorso per un posto di ricercatore universitario per il settore N15X Diritto Processuale Civile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catania.

Ha curato l’insegnamento del Diritto Fallimentare nel Corso per la preparazione al concorso a cattedra negli istituti scolastici di istruzione secondaria (area discipline giuridiche ed economiche).

Il 31/05/2000 è stato confermato nel ruolo di ricercatore.

Il 6/07/2000 è stato dichiarato idoneo al termine della procedura di valutazione comparativa per la copertura di n.1 posto di professore associato presso la Facoltà di Giurisprudenza per il settore scientifico-disciplinare N15X, indetta con il D.R. n.2956 del 15.09.1999.

Con decorrenza dall’1 marzo 2001 è stato chiamato dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catania come professore di Diritto Processuale Civile assumendo come compito didattico l’insegnamento del Diritto Fallimentare.
Con D.R. del 16 giugno 2004 n.82 viene confermato nel ruolo dei Professori associati.

Il 13 luglio 2004 è stato dichiarato idoneo al termine della procedura di valutazione comparativa per la copertura di n.1 posto di professore ordinario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Catania per il settore scientifico-disciplinare IUS 15, indetta con D.R. 132/03 del 29 settembre 2003; il 19 luglio 2004 è stato chiamato dalla Facoltà.  

Nell’anno 2000 ha svolto l’incarico di commissario presso la Corte di Appello di Catania per l’abilitazione all’esercizio della professione forense.

Dall’anno accademico 2002-2003 è altresì incaricato dell’insegnamento di Diritto Processuale Civile nel corso di Operatore Giudiziario.

Dall’anno accademico 2003-2004 è altresì incaricato dell’insegnamento di Elementi di Diritto Processuale Civile e Diritto Processuale Penale nel Corso di Operatore Giuridico d’impresa presso la sede distaccata di Enna.

Dall’anno accademico 2004-2005 è altresi incaricato dell’insegnamento di Diritto processuale civile nel corso di Laurea in Scienze giuridiche, ed ora nel corso di Laurea Magistrale.

Dall’anno accademico 2005-2006 è incaricato anche dell’insegnamento di Diritto processuale civile nel Corso di Laurea specialistica di Giurisprudenza.
E’ altresì tuttora incaricato dell’insegnamento di Diritto Processuale Civile nella Scuola di Specializzazione delle Discipline Forensi della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catania.

Dall’anno accademico 2005/2006 è altresì incaricato dell’insegnamento di Diritto processuale civile presso la Scuola Forense Catanese “V: Geraci”.
E’ altresì incaricato dell’insegnamento di Diritto Fallimentare presso la Scuola del Notariato Jacopo da Lentini di Catania.

Dall’anno accademico 2002-2003 è incaricato dell’insegnamento di Diritto Processuale Civile nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università L.U.M.S.A, presso la sede di Palermo.

Dall’anno accademico 2003-2004 è incaricato dell’insegnamento di Giustizia Amministrativa, insieme al prof. I. Marino, nel triennio di Scienze dell’Amministrazione nella sede distaccata di Modica della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Catania.

È, dall’anno 2000, docente nel corso per la preparazione agli esami per l’abilitazione alla professione di Dottore Commercialista.
Ha insegnato nel Corso specialistico in Diritto Societario e Fallimentare UNI.IURIS nell’anno 2001-2002.

Nel 2002 ha insegnato nel Master Persone e mercato. Diritto dei consumi e dei consumatori, svoltosi, in collaborazione tra Università della Calabria, Università degli Studi del Sannio, Università di Camerino e ACU (Associazione Consumatori Utenti), presso la Facoltà di Economia dell’Università di Cosenza , con due lezioni tenute il 18 e 19 luglio su La legittimazione collettiva tra rappresentanza e sostituzione processuale.

Nel 2002 ha insegnato nozioni di ordinamento giudiziario nel corso “Il giudice unico: profili civili e penali”, organizzato dal Formez, dall’ISMERFO (Istituto Superiore Meridionale per la Ricerca e Formazione) e dalla Regione Siciliana.
Nel novembre e dicembre 2005 ha svolto attività di insegnamento e di coordinamento nell’ambito del corso di formazione dell’ordine dei commercialisti di Catania  sulla vendita immobiliare e sulla delega al professionista.

Nell’anno 2007 ha insegnato al Corso di formazione avanzata in Diritto processuale tributario e civile organizzato dall’Associazione Giudici Tributari e dall’Ordine dei dottori Commercialisti di Catania.

Note
Ha partecipato a numerosi convegni ed incontri di studio in Italia ed all'estero. Tra i più importanti:

- XVII Convegno Nazionale di Diritto Processuale Civile, "I Procedimenti in Camera di Consiglio", tenutosi a Mondello (PA) il 6-7 ottobre 1989 (nel corso del quale ha presentato un intervento).
- IX Congresso Mondiale di Diritto Giudiziario, tenutosi a Coimbra e Lisbona (Portogallo) dal 25 al 31 agosto 1991.
- XVIII Convegno Nazionale dell'Associazione Italiana fra gli Studiosi del Processo Civile, Torino, 4-5 ottobre 1991.
-  XX Convegno Nazionale dell'Associazione Italiana fra gli Studiosi del Processo Civile, Pisa e Lucca, 13-14 maggio 1994.
-  II Convegno italo-ungherese dei processualisti, Miskolc, 6-9 giugno 1994.
-  Congresso Mondiale dell’International Association of Procedural Law, “Trans-national aspects of procedural law”, Taormina, 17-23 settembre 1995. Nell’ambito di tale congresso ha fatto parte del Comitato Organizzatore.
-  Colloquio Internazionale “Processi di integrazione e soluzione delle controversie: dal contenzioso fra gli Stati alla tutela dei singoli. Europa e America Latina”, Roma, 7-8 settembre 1999.
-  Convegno nazionale di diritto processuale civile, Processo civile e Unione Europea, 26-29 settembre 2001.
-  Convegno di Cosenza, Le procedure concorsuali internazionali, 21-22 settembre 2001.
-  Esperienze e prospettive della giustizia italiana, Roma, 14-15 novembre 2002.
-  Giustizia civile tra legalità ed efficienza, Reggio Calabria, 16 novembre 2002.

Ha partecipato, come relatore, al Convegno “L’interpretazione della legge alle soglie del XXI secolo”, tenutosi a Perugia il 16-18 dicembre 1999, con una relazione dal titolo “L’interpretazione della sentenza civile”.

Ha tenuto una lezione su “Le riforme urgenti nel processo civile” il 26 febbraio 2002 nell’ambito di un incontro organizzato, presso la Corte d’Appello di Caltanissetta, dal C.S.M. per la formazione distaccata presso le Corti d’Appello.
Ha partecipato il 19 Aprile 2002, come relatore, alla conferenza, organizzata a Siracusa dal locale consiglio dell’Ordine degli Avvocati, su “Recenti orientamenti in tema di revocatorie bancarie”, insieme alla dott.ssa Valeria Di Stefano.

Ha partecipato al Convegno Nazionale sul Diritto Amministrativo Elettronico, organizzato da CeSDA, Diritto & Diritti e C.N.R. – Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica su Internet, svoltosi a Catania il 5/6 luglio 2002, tenendo una conferenza su “L’atto amministrativo in forma elettronica – La nozione di documento informatico”.

Ha partecipato il 3 giugno 2002, come relatore, ad una conferenza su “I principi del giusto processo nella giurisdizione amministrativa”, organizzata nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Catania nell’ambito delle iniziative del Dottorato Europeo di ricerca in Diritto amministrativo.

Ha partecipato, come relatore, al Convegno, organizzato dall’Ordine degli avvocati di Vibo Valentia il 21-22 giugno 2002, su La ragionevole durata del “giusto processo”.

Ha partecipato il 20 dicembre 2002, come relatore, all’incontro su “Le giurisdizioni” insieme al Consigliere Salomone, nell’ambito degli incontri organizzati dalla cattedra di Diritto Costituzionale dell’Università di Catania.

Ha partecipato il 15 marzo 2003, come relatore, al convegno “Tentativo obbligatorio di conciliazione tra settore privato e settore pubblico” presso la Facoltà di Economia dell’Università di Catania, organizzato dalla cattedra di Diritto del Lavoro della Facoltà di Economia.

Ha, nel mese di maggio 2003, presentato a Siracusa una relazione su “Il nuovo diritto processuale societario” nell’ambito di una serie di incontri organizzati dal locale consiglio dell’ordine sulla riforma della disciplina societaria.

Il 30 giugno 2003 ha presentato a Roma una relazione dal titolo “Reclamo, revoca, modifica e modalità d’attuazione dei provvedimenti cautelari” per la Nona Commissione – Tirocinio e Formazione Professionale del Consiglio Superiore della Magistratura.

Il 26 novembre ed  il 3 dicembre 2003 ha tenuto a Catania due lezioni sul diritto societario per il Ministero di Giustizia-scuola per la formazione e l’aggiornamento dell’amministrazione finanziaria.

L’ 11 dicembre 2003, per la Camera degli avvocati tributaristi, ha tenuto una conferenza sul tema “Il nuovo processo societario”.

Il 28 Maggio 2004 ha partecipato, quale relatore, ad un incontro su  “La tutela cautelare nelle azioni dichiarative, costitutive e nella manutenzione del contratto”, organizzato presso la Corte d’Appello di Catania dal C.S.M. per la formazione distaccata presso le Corti d’Appello.

Il 9 giugno 2004 ha partecipato, quale relatore, all’incontro di studio sul tema Il processo cautelare unitario a un decennio dalla sua introduzione  presso la Corte di Appello di Caltanissetta (formazione decentrata-C.S.M.), svolgendo una relazione dal titolo Riflessioni sul nuovo processo cautelare.

Il 2 luglio 2004, su invito del coordinamento degli ordini dei dottori commercialisti di Sicilia, ha tenuto una relazione sul tema “L’arbitrato amministrato”, nel convegno “Arbitrato e conciliazione. Nuove opportunità per le professioni e le imprese”.

Il 24 ottobre 2005 ha partecipato in Pescara, in qualità di relatore, al seminario di studi, organizzato dal Sole XXIV Ore, “Decreto competitività. Le novità legislative in materia processuale civile e fallimentare”, tenendo una relazione su “Il processo esecutivo e i procedimenti speciali.”

L’8 novembre 2005 ha partecipato ad un convegno organizzato dall’ordine dei commercialisti di Catania, tenendo una relazione dal titolo “La razionalizzazione del processo esecutivo”.

Il 18 ed il 23 novembre 2005 ha partecipato, quale relatore, al corso di formazione per dottori commercialisti sulla nuova disciplina delle esecuzioni immobiliari.
Nel novembre 2005 ha svolto presso la Corte di Appello di Catania (formazione decentrata-C.S.M.) una relazione sul tema Il processo di cognizione alla luce delle recenti riforme.

Il 3 dicembre 2005 ha partecipato, quale relatore, al seminario organizzato dall’ordine degli avvocati di Barcellona Pozzo di Gotto sulla riforma del codice di procedura civile.

Ha organizzato (partecipandovi anche quale relatore) il corso di formazione per dottori commercialisti sulla nuova disciplina delle esecuzioni immobiliari (Ragusa  1-2 febbraio 2006).

Il 10 marzo 2006 ha partecipato, quale relatore, ad Acireale ad un incontro A.F.A. sul tema “le recenti riforme del processo civile italiano”.

Il 25 marzo 2006, nell’ambito di un corso sulla riforma del diritto fallimentare, a cura del collegio dei ragionieri di Catania e di Enna, ha tenuto una relazione su “I presupposti oggettivi e soggettivi per la dichiarazione di fallimento e l’istruttoria prefallimentare”.

L’11 ed il 27 aprile 2006 ha tenuto due conferenze per l’ordine degli avvocati di Catania sul tema “le recenti riforme del diritto processuale civile”.

Il 10 luglio 2006 ha tenuto in Roma, quale relatore, su invito del Consiglio Superiore della Magistratura, una conferenza sul tema “Lo stile della sentenza e la motivazione, l’uso delle massime e la valorizzazione del caso concreto, equità e certezza del diritto nell’ambito del processo di formazione di un diritto comune europeo”.

Il 24 luglio 2006 ha tenuto in Acireale, insieme al prof. V. Carbone, Primo Presidente aggiunto della Corte di cassazione, una conferenza dal titolo “ I contratti bancari nella giurisprudenza della Corte di cassazione”.

Il 16 febbraio 2007 ha tenuto a Vibo Valenzia una relazione su “il nuovo diritto fallimentare”.

Il 23-24 marzo 2007, per la RI..DI.CO., ha tenuto in Salerno una relazione dal titolo “la legge fallimentare: una riforma da riformare o da salvare?”.

Il 18 maggio 2007, su invito del centro studi di diritto fallimentare, ha tenuto in Modena una relazione dal titolo “L’accertamento dei diritti reali e personali su beni del fallito”.

Il 28 e 29 giugno 2007 ha tenuto una relazione sugli aspetti processuali e costituzionali della legge sull’indennizzo diretto in materia assicurativa, intervenendo in una riunione della commissione scientifica dell’A.N.E.I.S. e degli organismi dell’avvocatura.

Il 12 ottobre 2007, insieme ai prof. Alessi e Terranova, ha partecipato a Mazara del Vallo ad una tavola rotonda sul tema “Dalla revocatoria “distributiva” alla revocatoria “dimezzata” (aspetti sostanziali e processuali)”.

Il 24 novembre 2007 ha tenuto una conferenza a Paternò (Ct), invitato dal locale consiglio dell’ordine, sulle misure cautelari.

Il 13 dicembre 2007, su richiesta del Centro studi di diritto fallimentare, ha tenuto una relazione su “il decreto correttivo 169/2007 in materia fallimentare”.

Il 18 aprile 2008 ha tenuto una conferenza su “le giurisprudenze nazionali e la costruzione del diritto europeo”.

Il 9 maggio 2008, su incarico del Consiglio Superiore della Magistratura, ha tenuto una conferenza in Roma su “Motivazione della sentenza di merito e controllo di sufficienza e congruità. In particolare, il controllo della Corte di cassazione sul ragionamento probatorio del giudice di merito.”

Il 16 maggio 2008 ha tenuto una relazione in Siracusa, su invito del locale consiglio dell’ordine, sul tema “Gli effetti del fallimento”.

Il 17 maggio 2008, su invito dell’Unione degli ordini forensi di Sicilia e del consiglio dell’ordine degli avvocati di Messina, ha tenuto a Taormina una conferenza sul tema “I presupposti e la fase istruttoria nel processo per la dichiarazione di fallimento”.
 
Ha acquisito una discreta conoscenza della lingua inglese anche grazie a numerosi soggiorni di studio in Inghilterra (da ultimo in Bournemouth dal 13/10 al 1/11/1986), ed ha preso parte a soggiorni di studio in Francia (Parigi dal 6/6 al 16/6/1989) e Germania (Berlino, novembre-dicembre 1990 presso il Goethe Institut).

Ha partecipato inoltre a diversi progetti di ricerca, tra i quali, ad esempio, sotto la guida del Prof. E. Grasso, i Progetti di Ricerca Scientifica ex 60% “Tutela del lavoro nelle procedure concorsuali”, “La riforma del procedimento cautelare” e “Aspetti problematici della P.A. nel processo civile”, e, con il Prof. Italo Andolina, il Progetto di Ricerca Scientifica ex 60% “Monocraticità e collegialità nel nuovo processo civile”, nonché i Progetti di Ricerca C.N.R. “L’espansività del modello unitario di processo cautelare e la disciplina delle misure cautelari extravagantes” e “La cooperazione internazionale nel processo civile”.

Ha diretto il progetto di ricerca Scientifica di Ateneo “I provvedimenti anticipatori e nuove forme della sentenza”, negli anni 2000-2001.

Ha diretto il progetto di ricerca Scientifica di Ateneo “Le controversie in materia societaria”.

Attualmente dirige il progetto di ricerca Scientifica di Ateneo “Il riparto di giurisdizione nelle controversie di diritto sportivo”.

Dal 2001 partecipa al collegio docenti del dottorato di ricerca in diritto processuale generale e internazionale, che ha sede amministrativa nell’Università di Catania.

Dal 2006 è membro del comitato di redazione della “Rivista dell’esecuzione forzata”.

Dal 2007 è membro della commissione per la riforma delle procedure concorsuali istituita dall’ordine dei commercialisti e dei ragionieri in Roma.
 

Clicca qui per visualizzare tutti gli insegnamenti