Rosanna Belfiore

Ricercatrice a tempo determinato in IUS/16 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE
Sede: Via Gallo 24
Email: rbelfiore@lex.unict.it
Telefono: 095230401

Orario di Ricevimento:Link



Parole chiave:

Diritto delle prove; prova scientifica; prova all'estero; cooperazione giudiziaria; mutuo riconoscimento nell'UE; pubblico ministero europeo

Rosanna Belfiore è nata a Catania, dove nel 2004 si è laureata in giurisprudenza con il massimo dei voti, discutendo una tesi in Diritto processuale penale, intitolata “L’impatto della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo nel sistema processuale penale inglese”. Nel 2005 ha conseguito un LL.M. (Master of Laws) in European Legal Studies presso l’Università di Durham, nel Regno Unito, con una tesi intitolata “The European Arrest Warrant. Is ‘a system of free movement of judicial decisions in criminal matters’ in an area of freedom, security and justice truly possible?”. Nel 2009 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Procedura penale (ciclo XX) presso l’Università di Palermo, difendendo una tesi su “La circolazione della prova nell’Unione europea: dalle procedure rogatoriali al mandato europeo di ricerca delle prove”. Nel 2007, durante il corso di Dottorato, è stata Visiting Research Fellow presso il British Institute of International and Comparative Law (BIICL), a Londra, nel Regno Unito.

Nel 2012 è risultata vincitrice di un assegno di ricerca in Diritto processuale penale presso l’Università di Catania per l’a.a. 2012/2013. A partire dallo stesso a.a. è professore a contratto in Diritto processuale penale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Messina (sede distaccata di Priolo - SR). A partire dal 2014 ricopre il ruolo di ricercatore in Diritto processuale penale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania.

La sua attività di ricerca è da sempre incentrata su temi di diritto processuale penale interno e cooperazione giudiziaria in materia penale. Per quanto riguarda la procedura penale interna, ha pubblicato numerosi lavori concernenti: l’archiviazione, l’interrogatorio di garanzia, il ne bis in idem, il ricorso per Cassazione, il procedimento per decreto e la prova penale. Per quanto riguarda la cooperazione giudiziaria in materia penale, ha pubblicato numerosi lavori su: il mandato d’arresto europeo, il mutuo riconoscimento delle misure alternative alla detenzione cautelare, il mandato europeo di ricerca delle prove, l’ordine di indagine europeo, lo scambio di dati genetici tra gli Stati membri dell’Unione europea e la protezione dei dati personali utilizzati nel quadro della cooperazione di polizia e giudiziaria.

Ha partecipato a diversi progetti di ricerca:

  • Settembre 2015 – Febbraio 2017: Vice-coordinatore e membro del progetto Jean Monnet “Three conferences on EU Criminal Justice: Fundamental Rights, Investigation Measures and the Future European Public Prosecutor’s Office - EUJuCo” – Coordinatore del progetto prof. T. Rafaraci, Università degli studi di Catania;

  • Ottobre 2010 – settembre 2012: Membro del progetto di ricerca europeo su “Training Action for Legal Practitioners: Fundamental  Rights, European Union and Judicial Cooperation in Criminal Matters Through Law and Language” - Università dell’Insubria (capofila), Università di Catania, Università di Trento e Université Panthéon-Assas (Paris II);

  • 2008: Membro del progetto di ricerca d’Ateneo su “Il Trattato di Lisbona e la cooperazione giudiziaria in materia penale nell’Unione europea” – Responsabile prof. T. Rafaraci, Università di Catania;

  • 2007: Membro del progetto di ricerca d’Ateneo su “L’incidenza della Convenzione europea dei diritti dell’uomo e delle sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo nel diritto interno e nel sistema processuale penale italiano” – Responsabile prof. T. Rafaraci, Università di Catania;

  • 2006: Membro del progetto di ricerca d’Ateneo su “La giurisprudenza della Corte di giustizia della Comunità europea nel settore della cooperazione giudiziaria in materia penale” – Responsabile prof. T. Rafaraci, Università di Catania;

  • 2005: Membro del progetto di ricerca d’Ateneo su “Mutuo riconoscimento e armonizzazione delle legislazioni processuali degli Stati membri dell’Unione europea” – Responsabile prof. T. Rafaraci, Università di Catania.

 

 

I principali interessi di ricerca di Rosanna Belfiore riguardano: il diritto delle prove; la prova penale; la prova scientifica; la cooperazione giudiziaria finalizzata alla raccolta della prova penale all’estero e l’acquisizione al processo penale italiano della prova raccolta all’estero; l’estradizione e le nuove procedure di consegna introdotte con la decisione-quadro sul mandato d’arresto europeo; il principio del mutuo riconoscimento per la circolazione delle decisioni giudiziarie penali nell’area di libertà, sicurezza e giustizia dell’Unione europea; i diritti degli indagati/imputati nei procedimenti penali aventi dimensione transnazionale; il pubblico ministero europeo; il ne bis in idem.

Membro dell'ASPP, Associazione tra gli Studiosi del Processo penale

Membro di Eclan, European Criminal Law Academic Network

Membro dell'AIDP, Association International de Droit Penal

Clicca qui per visualizzare tutti gli insegnamenti