Maddalena Palmeri

Email: maddyploffa@hotmail.it
Ciclo: XXX
Tutor: Professore Randazzo Francesco

Linee di ricerca

Soggettività nel tributo, analisi dei profili problematici della solidarietà dipendente, applicabilità delle norme civilistiche al responsabile fiscale


Parole chiave

Solidarietà tributaria, sostituto d’imposta, responsabile d’imposta, sussidiarietà, responsabilità solidale


Abstract

Solidarietà tributaria dipendente

Il progetto di ricerca che s’intende sviluppare nell’ambito del Corso di Dottorato in Giurisprudenza  XXX ciclo assume ad oggetto di indagine lo specifico settore normativo concernente  il tema della solidarietà nel diritto tributario, con particolare riferimento alla figura del responsabile d’imposta e alla sua accostabilità a figure di stampo civilistico.Il tema della solidarietà tributaria s’inserisce nel più ampio settore della soggettività nel tributo. Si può definire soggetto passivo del rapporto tributario colui in capo al quale la norma di legge pone un obbligo individuale di contribuire alle pubbliche spese, in ragione di una manifestazione di ricchezza del soggetto stesso, che la legge medesima fa assurgere a presupposto di imposta. Accanto ai soggetti passivi stricto sensu intesi, l’ordinamento tributario conosce poi la figura dei co-obbligati in solido, cioè di coloro i quali sono posti ex lege in una posizione di solidarietà con il soggetto passivo del tributo. La legge ne contempla varie forme che differiscono fra loro, a seconda della posizione, della disciplina e della relativa ratio. Il lavoro parte da un’attenta disamina dell’obbligazione solidale nel diritto civile, con l’analisi delle principali ipotesi di solidarietà, per poi soffermarsi sulla riferibilità del meccanismo solidale al diritto tributario, nonché sulle  problematiche legate alle  peculiarità dell’obbligazione tributaria. Il fulcro del progetto concerne la figura del coobbligato solidale dipendente, i suoi rapporti con il sostituto e, soprattutto, il confronto con la figura del fideiussore civilistico.

Biografia

Maddalena Palmeri ha conseguito la Laurea Magistrale in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Catania in data 25/10/2011, discutendo una tesi in tema di profili processuali penali delle intercettazioni di comunicazioni e riportando la votazione di 110/110 cum laude.
Nel maggio del 2012 ha svolto, per un totale di 100 ore, attività di tutorato e supporto allo studio in materia processuale penale presso l’università degli studi di Catania.
Nel luglio del 2013 ha conseguito il diploma di Specialista in professioni legali presso la Scuola di specializzazione per le professioni legali Guglielmo Marconi di Roma con votazione 65/70.
Nel periodo di maggio-luglio 2012 ha svolto, sotto la direzione del presidente Rosario Cuteri della prima sezione penale della Corte di appello di Catania, uno stage di 60 ore,  nel contesto di una convenzione di collaborazione didattica tra la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali "Antonino Galati" e la Procura Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Catania.
Dal novembre del 2011 al dicembre del 2013 ha svolto la pratica forense presso lo studio legale Rizzoin Catania, via Vincenzo Giuffrida, 85; in data 16/09/2014 ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione forense.
A partire dal mese di novembre del 2014 è corsista del corso di Dottorato in  Giurisprudenza – XXX ciclo presso l’Università degli Studi di Catania con un progetto di ricerca in tema di Solidarietà tributaria dipendente

Situazione occupazionale dopo il conseguimento del titolo di Dottore di ricerca
Vincitore di concorso per assistenti giudiziari presso il Ministero della giustizia
Frequenza di un corso per l'approfondimento della lingua inglese presso la scuola JM English, livello B2