Risorse a disposizione


L’attività di ricerca dei dottorandi è adeguatamente garantita grazie all’ampio patrimonio librario di cui è dotata la Biblioteca del Dipartimento di Giurisprudenza - una delle più complete in ambito europeo- che consente una ricca ricerca di diritto comparato, diritto europeo e internazionale agli  operatori di diritto del territorio e la fruizione pressoché esaustiva di quanto pubblicato in ambito giuridico nelle cinque principali lingue europee; essa, inoltre, è fornita di una notevole mole di materiali relativi alle altre scienze sociali. Nell’ultimo decennio, la Biblioteca si è arricchita, mediamente, di circa 2.000 volumi l’anno, oltre gli abbonamenti a riviste e dal 2018 delle collezioni di e-books della Springer. Le riviste giuridiche più importanti sono possedute a partire dagli anni ’20, di alcune il patrimonio librario risale alla seconda metà del 1800 (Il Foro italiano dal 1876 e Giurisprudenza italiana dal 1860). Le sezioni dell’Emeroteca coprono integralmente le tematiche del corso.

Altre risorse a disposizione dei dottorandi e di tutti gli studiosi sono l'Emeroteca on-line e il Centro di Documentazione Europea, anche per il livello di assoluta eccellenza raggiunto da questi due strumenti di ricerca bibliografica e di reperimento della documentazione a disposizione: in particolare le riviste possedute dall’Emeroteca attengono anche al diritto europeo, internazionale e di molti ordinamenti stranieri, europei ed extraeuropei (a titolo meramente esemplificativo ricordiamo American Journal of International Law, European Law Journal, Australian Law Journal, Journal of the Indian Law Institute, South African Law Journal, Chinese Journal of International Law). Il Dipartimento di Giurisprudenza procede anche all’acquisto di libri o articoli richiesti dai dottorandi per lo svolgimento della loro attività di ricerca.

Il Centro di Documentazione Europea svolge, ben oltre l'attività documentale, attività di consulenza e supporto alla ricerca, reperisce su richiesta il materiale ufficiale delle istituzioni europee disponibile, richiedendo pubblicazioni ufficiali, collabora alla definizione e costruzione di bibliografie finalizzate alla stesura di tesi, dossier e pubblicazioni, realizza (o collabora alla realizzazione) eventi ed iniziative specifiche. In generale, le attività del Centro non sono tematicamente limitate al solo ambito giuridico, ma riguardano più ampiamente diversi settori scientifici disciplinari (in particolare umanistici, politologici, economici, sociali) e, qualora possibile, svolge un ruolo di mediazione con altre realtà e soggetti sia di ricerca sia di documentazione.

Oltre a ciò, i dottorandi hanno a disposizione strumenti di e-resources e banche dati (accesso al contenuto di insiemi di riviste e/o collane editoriali). Principali banche dati e raccolte elettroniche di periodici d'interesse giuridico, archivi di legislazione, prassi, giurisprudenza: Pluris, Jus Explorer, Big Suite, archivi del CED della Cassazione. Sono attivi gli abbonamenti alle principali banche dati giuridiche e raccolte di periodici internazionali: Hein on line, Lexis Nexis, Lexis Nexis Juris Classeur; si aggiungono risorse elettroniche multidisciplinari tra cui JSTOR e la piattaforma dell’editore Elsevier per l’accesso alla letteratura scientifica.