Alberto Andronico

Professore di I fascia IUS/20 - Filosofia del Diritto
Sede: Via Crociferi, 81 - I piano
Email: andronico@lex.unict.it
Telefono: 095230396

Orario di Ricevimento:Link



Parole chiave:

Fonti del diritto; Teorie postmoderne del diritto; Teoria della norma e teoria della governance; Diritto e psicanalisi; Diritto e letteratura

Alberto Andronico è Professore Ordinario di Filosofia del diritto presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Catania dal novembre 2017, avendo conseguito all'unanimità l’Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore universitario di prima fascia nel 2013 (settore concorsuale 12/H3). È stato Professore Associato di Filosofia del diritto dal 2003 e dal 2005 ha ricoperto questo ruolo presso l’Università degli Studi di Catania, dopo essere stato nel medesimo Ateneo Assegnista di ricerca in Filosofia del diritto dal 2 agosto 1999. Nel 2015 è risultato vincitore di una valutazione comparativa per un posto di Professore di Théorie du Droit presso l’Université Catholique de Louvain. È in possesso del titolo di Dottore di Ricerca in Filosofia del diritto e di un Diplôme d’études en Philosophie du Droit dell’Université de Montpellier I. Ha svolto soggiorni di ricerca presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi e il Centre de Philosophie du Droit della Université Catholique de Louvain. Sempre presso lo stesso Centre de Philosophie du Droit, dal mese di aprile del 2002 al mese di marzo 2003 ha beneficiato di un "prix à savant" concesso dall’Université Catholique de Louvain. Dal 2007 al 2015 è stato Presidente del “Centro Studi di Teoria e Critica della Regolazione sociale” e dal 2014 è condirettore editoriale della relativa Rivista, dopo esserne stato fin dalla fondazione caporedattore. è condirettore, inoltre, della collana “Antropologia della libertà” (Mimesis, Milano-Udine) e membro del comitato di redazione della collana “JURA – Temi e problemi del diritto” (ETS, Pisa). È autore di quattro libri – La decostruzione come metodo. Riflessi di Derrida nella teoria del diritto (Giuffrè, Milano 2002), La disfunzione del sistema. Giustizia, alterità e giudizio in Jacques Derrida (Giuffrè, Milano 2006), Viaggio al termine del diritto. Saggio sulla governance (Giappichelli, Torino 2012) e Dalla norma all'ordinamento. Una lettura della Dottrina pura del diritto del '34 (Torre, Catania 2017) –  e di numerosi contributi in volumi collettanei e articoli pubblicati nelle più prestigiose riviste di settore. Si è occupato prevalentemente delle concezioni giuridiche postmoderne e dell’attuale trasformazione del sistema delle fonti del diritto, dedicando particolare attenzione al legame tra teoria della norma e teoria della governance.

L’attività scientifica ha avuto ad oggetto prevalentemente le concezioni giuridiche postmoderne e, in particolare, l’impatto del decostruzionismo sul piano della teoria del diritto. Una particolare attenzione è stata dedicata, inoltre, all’attuale trasformazione dell’ordine del discorso giuridico moderno e alle nuove forme di regolazione sociale, emergenti specialmente in ambito europeo e post-nazionale. In questa cornice, la ricerca è ora rivolta all’analisi delle questioni antropologiche in gioco in tale trasformazione, attraverso una rilettura della topica dei discorsi di Jacques Lacan.

  • Condirettore editoriale della rivista “Teoria e Critica della regolazione sociale” (Mimesis, Milano-Udine).
  • Condirettore scientifico della collana “Antropologia della libertà” (Mimesis, Milano-Udine).
  • Membro del Comitato di redazione della collana “JURA – Temi e problemi del diritto” (ETS, Pisa).
Clicca qui per visualizzare tutti gli insegnamenti