Tommaso Rafaraci

Professore di I fascia IUS/16 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE
Ufficio: Via Gallo, 24 - 5° piano, st. 8
Email: trafaraci@lex.unict.it
Telefono: 095230365

Orario di ricevimento: Lunedì e martedì dalle 10:00 alle 11:00

Disponibilità tesi: 3 (già assegnate 15)



Parole chiave:

Il procedimento probatorio; le modifiche dell’accusa; impugnazioni; giudicato; responsabilità amministrativa degli enti; rapporti tra diritto penale sostanziale e processuale; cooperazione giudiziaria in materia penale nell’UE; ne bis in idem sovranazionale; diritti processuali nell’UE

Tommaso Rafaraci è professore ordinario di Diritto processuale penale nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania (dal 2002). Nell’ambito della stessa disciplina è stato ricercatore nella Facoltà di Giurisprudenza dello stesso Ateneo (1992-1998) e professore associato nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catanzaro Magna Graecia (1998-2001).

Tra i suoi interessi scientifici vi sono la materia delle indagini e dell’azione penale, il diritto delle prove, le modifiche dell’accusa, le impugnazioni, il giudicato, i rapporti tra diritto penale sostanziale e processuale, la responsabilità amministrativa degli enti dipendente da reato. È autore di numerosi lavori, tra cui le monografie “Le nuove contestazioni nel processo penale” (Giuffrè, 1996) e “La prova contraria” (Giappichelli, 2004).

Si occupa da tempo anche del tema dell’integrazione europea in materia processuale penale, cui è principalmente orientato il corso di International judicial cooperation in criminal matters, che tiene in lingua inglese. Dedicati a questo argomento sono i quattro volumi di cui è curatore: “European Criminal Justice. Fundamental Rights, Transnational Proceedings and the European Public Prosecutor’s Office” (insieme a R. Belfiore, Springer, 2019); “Processo penale, lingua e Unione Europea” (insieme a F. Ruggieri-G. Di Paolo-S. Marcolini-R. Belfiore, Cedam, 2013); “La cooperazione di polizia e giudiziaria nell’Unione europea dopo il Trattato di Lisbona” (Giuffrè, 2011); e “L’Area di Libertà, Sicurezza e Giustizia: alla ricerca di un equilibrio fra priorità repressive ed esigenze di garanzia” (Giuffrè, 2007).

Svolge attività pubblicistica ed editoriale, collaborando a diversi periodici (è giornalista pubblicista dal 1986 e abilitato alla professione giornalistica dal 1989). Esercita l’attività di avvocato penalista, patrocinante in Cassazione.


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina

Gli interessi scientifici di Tommaso Rafaraci si concentrano sulle seguenti materie: indagini e azione penale; diritto delle prove; modifiche dell’accusa; impugnazioni; giudicato; rapporti tra diritto penale sostanziale e processuale; responsabilità amministrativa degli enti dipendente da reato. Tommaso Rafaraci si occupa altresì dei temi dell’integrazione europea in materia processuale penale, e in particolare degli strumenti di cooperazione giudiziaria, del ne bis in idem nella sua portata sovranazionale e dei diritti processuali in ambito UE.

Coordinamento e partecipazione a progetti di ricerca internazionali:

2019 ad oggi: partecipazione in qualità di ‘key staff member’ al centro di eccellenza Jean Monnet 2019-2022 “Europe between Mobility and Security: the Challenges of Illicit Trades in the Mediterranean Area” - EUMoSIT (Erasmus+ Programme)

2017 a oggi: partecipazione al progetto “Judicial Protection in Transnational Criminal Proceedings”, coordinato dal prof. Martin Boese, Università di Bonn

2015-2017: coordinamento del progetto Jean Monnet “Three Conferences on EU Criminal Justice: Fundamental Rights, Investigation Measures and the Future European Public Prosecutor’s Office” – EUJuCo, Università di Catania

2010-2012: partecipazione al progetto biennale europeo “Training Action for Legal Practitioners: fundamental rights, European Union and judicial cooperation in criminal matters through law and language” – Criminal Justice Programme 2007/2013, coordinamento Università dell’Insubria

Incarichi istituzionali più recenti:

Luglio 2020: docente nel corso per l’iscrizione all’albo dei cassazionisti,  organizzato dalla Scuola Superiore dell’Avvocatura

2019 ad oggi: componente della Commissione per il concorso in magistratura – Decreto ministeriale 10 ottobre 2018

2018 ad oggi: componente del consiglio direttivo e vicepresidente dell’Associazione tra gli studiosi del processo penale “G.D. Pisapia” (ASPP)

2016-2017: membro della Commissione ministeriale di studio per la riforma del Libro XI del Codice di procedura penale e per l’attuazione dell’Ordine europeo di indagine

2016-2018: nominato consulente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali anche straniere