Unict (si) differenzia

Unict avvia la raccolta differenziata in tutti i plessi universitari. “Unict (si) differenzia”: questo il messaggio della campagna di sensibilizzazione che coinvolge in maniera attiva tutte le strutture dell’Ateneo.

In tutti gli edifici dell’Ateneo, nelle varie zone urbane, dalla Cittadella al centro storico, sono stati collocati oltre 500 contenitori per la raccolta di carta, plastica e indifferenziato. Inoltre, in corrispondenza di mense, bar e distributori automatici gli utenti troveranno contenitori per vetro e umido.

Il progetto di raccolta differenziata, gestito dai Servizi ambientali di Ateneo, coordinati dall'ing. Piergiorgio Ricci, in collaborazione con il Comune di Catania, fa riferimento agli obiettivi di sostenibilità definiti nel “Piano strategico di Ateneo 2019/21”. Alle iniziative concrete già intraprese, l’Ateneo intende affiancare un impegno di sensibilizzazione alla cultura della riduzione dei rifiuti, della raccolta differenziata e, più in generale, della sostenibilità ambientale. Sono in programma infatti anche momenti formativi per gli studenti, per i docenti e per il personale tecnico-amministrativo che quotidianamente vivono le sedi dell’Università.

I numeri

Secondo i dati raccolti nel periodo ottobre 2019 / gennaio 2020, la media delle percentuali di differenziata per le varie frazioni sono il 10% per la carta e il 7% per la plastica, presto sarà avviato anche un monitoraggio per il vetro e l’umido. Ovviamente, l’obiettivo prioritario della campagna è quello di incrementare rapidamente tali percentuali

I nostri partner

Il servizio è realizzato grazie alla collaborazione di: Comune di CataniaCus Catania, Ersu di CataniaDustyEuro & Promos e Ivs Sicilia, sotto l’egida della Rus, la rete delle Università italiane per lo Sviluppo sostenibile.

Cosa (e come) differenziare