Giuseppe Speciale

Professore di I fascia in IUS/19 - STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO
Sede: Via Auletta, 13, II piano, 95124 Catania
Ufficio: Sezione di Storia del diritto medievale
Email: speciale@lex.unict.it giuspeciale@gmail.com
Telefono: 095230374
Fax: 095230416

Orario di Ricevimento:Link



Parole chiave:

Ipertesto dei glossatori; Formazione e tradizione della cultura giuridica nelle scuole di diritto medievali; Lex mercatoria; Storia del diritto penale: compartecipazione criminosa e tentativo; Cultura giuridica nell'età del positivismo; Emigrazione; Leggi razziali; Legislazione risarcitoria; Regimi giuridici delle transizioni; Storia della Costituzione Italiana

Vedi Curriculum

Curriculum vitae: è nato il 10 marzo 1961 a Enna. Maturità classica, Laurea in Giurisprudenza con 110 e lode, Servizio militare da ufficiale di complemento dell’Arma dei Carabinieri.

Nel 1990 dottore di ricerca in Storia del diritto italiano; dal 1991 al 1997 ricercatore in Storia del diritto italiano presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi  di Catania; dal 1997 al 2003 professore associato di Storia del diritto medievale e moderno nella stessa Facoltà (dal 2000 professore associato confermato); dal 2003 professore straordinario di Storia del diritto medievale e moderno nella stessa Facoltà (dal 2006 ordinario).

Ha insegnato Esegesi delle fonti del diritto italiano, Diritto comune, Storia del diritto medievale e moderno e Storia del diritto medievale e moderno avanzato nei corsi di laurea di Giurisprudenza, Scienze giuridiche e Giurisprudenza (laurea magistrale) della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Catania (sedi di Catania e di Ragusa) e nel corso di laurea in Relazioni pubbliche della Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli Studi di Catania (sede di Caltanissetta).

Ha tenuto corsi e relazioni nelle università di Roma Tre, Roma Tor Vergata, Napoli Federico II, Firenze, Verona, Bologna, Genova, Palermo, Benevento, Milano Caen, Syracuse (NY), München, Berkeley (Ca.), all’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv, alla Scuola Superiore di Magistratura, al Consiglio Superiore della Magistratura, etc.

È stato membro del collegio dei docenti del Dottorato di ricerca di diritto privato generale (sede amministrativa: Università degli Studi di Catania), del Dottorato di ricerca in Diritto del lavoro europeo (sede amministrativa: Università degli Studi di Catania), del Dottorato di ricerca in Teoria e Prassi della Regolamentazione Sociale nell'Unione Europea (sede amministrativa: Università degli Studi di Catania). È membro del Collegio dei docenti del Dottorato in Giurisprudenza (sede amministrativa: Università degli Studi di Catania)

Afferisce al Dipartimento di Giurisprudenza (già Seminario giuridico) dell'Università degli Studi di Catania: è stato membro della Giunta di Dipartimento e della commissione tutorato e orientamento. Dal 2009 al febbraio 2013 ha presieduto, su delega del Rettore, il Capitt, il Centro servizi dell'Università degli Studi di Catania per l'aggiornamento delle professioni, l'innovazione e il trasferimento tecnologico. È stato membro di commissioni nazionali per la valutazione comparativa a posti di professore di II fascia e di ricercatore, per l'ammissione ai corsi di dottorato e per l’assegnazione di assegni di ricerca.

Ha partecipato a progetti di ricerca nazionali finanziati dal MIUR.

Il volume Giudici e razza nell’Italia fascista (Giappichelli, Torino 2007) è stato segnalato dalla giuria tedesca tra i libri giuridici dell’anno 2007 e da quella italiana tra quelli del 2008.

Socio della Società Italiana di Storia del diritto e dell’European Association for Jewish Studies; Componente del consiglio di redazione di Historia et Ius, peer-reviewed journal on line di storia giuridica dell'età medievale e moderna (ISSN 2279-7416); Componente del Comitato di Direzione della Rivista di Storia del diritto italiano. Membro del comitato scientifico della Fondazione Patrimonio Unesco della Sicilia e della Fondazione Synaxis.

Aree di ricerca: per l’età medievale ha studiato i manoscritti del Codice di Giustiniano nelle scuole giuridiche dei secoli XII-XV e le vicende della formazione e della trasmissione dell’apparato accursiano. Per l’età moderna si è occupato di alcuni aspetti del diritto fallimentare: l’azione revocatoria e il diritto d’asilo per i falliti fraudolenti. Ha avviato una ricerca su alcuni aspetti della compartecipazione criminosa tra medioevo ed età moderna: la riflessione dei giuristi sul concorso di persone (in particolare sul mandatum e sul consilium a delinquere), le soluzioni normative, i problemi probatori. Per l’età contemporanea ha guardato alla cultura giuridica italiana nei decenni a cavallo tra il secolo XIX e il XX con particolare riferimento alla legislazione sociale, al rapporto tra sociologia, nuove scienze sociali e diritto, al ripensamento del ruolo del diritto romano, ai nuovi orientamenti della penalistica. Ha, inoltre, studiato come i giudici italiani applicarono la legislazione antisemita avviata nel 1938. Il volume che riguarda questa ricerca è stato segnalato dalla giuria tedesca, per il 2007, e da quella italiana, per il 2008, tra i dieci testi giuridici dell’anno. Ha contribuito alla realizzazione del motore di ricerca sul Liber Extra di Gregorio IX (www.lex.unict.it/liber). Ha realizzato il sito su una fortunata rivista giuridica di fine Ottocento (www.lex.unict.it/antologiagiuridica) e uno sulla legislazione antisemita del 1938 (www.lex.unict.it/radies

Principali pubblicazioni:

 

  • L’Assunzione di Maria Vergine al cielo: Giustiniano e Bonaventura da Bagnoregio, in Historia et Ius  [www.historiaetius.eu], 10 (2016), paper 13, 30 pp., ISSN 2279-7416
  • La «lotta del male contro il male» nel «cimitero dei vivi». Sul lavoro dei condannati alla fine dell’Ottocento, in Historia et Ius  [www.historiaetius.eu], 10 (2016), paper 23, 18 pp., ISSN 2279-7416
  • La storia del diritto per la formazione del giurista: quale didattica? in Storia del diritto e identità disciplinari: tradizioni e prospettive, a cura di Italo Birocchi e Massimo Brutti, Torino G.Giappichelli, 2016, pp. 261-284, ISBN 9788892106123
  • Verso un nuovo ordine,  in: Alvazzi del Frate, Cavina, Ferrante, Sarti, Solimano, Speciale, Tavilla.  I tempi del diritto. Torino, G.Giappichelli,  2016, p. 389-457, ISBN 9788892104419 
  • L’eredità delle leggi razziali del 1938. Nuove indagini sul passato, ancora lezioni per il futuro, in Leggi Razziali. Passato / Presente, a cura di Giorgio Resta e Vincenzo Zeno Zencovich,  Roma TrE-Press, 2015, pp.  129-145, ISBN: 9788897524342
  • La giustizia della razza. I tribunali e l’art. 26 del r.d. 1728 del 17 novembre 1938, in Il diritto del Duce. Giustizia e repressione nell’Italia fascista, a cura di Luigi Lacché, Roma, Donzelli Editore, 2015, pp. 249-279, ISBN: 9788868432423
  • Maestri catanesi del diritto tra Fascismo e Repubblica (1935-1950), in (a cura di): Cavina M., Giuristi al bivio. Le facoltà di Giurisprudenza tra regime fascista ed età repubblicana, Cisui Studi vol. 24, CLUEB Bologna 2014, p. 339-355, ISBN 9788849138900
  • «Il suffragio popolare assorbe e condona ogni precedente e non accusata colpa». Un giudice e un cavaliere, in Giornale di Storia costituzionale 26.2 (2013) ISSN 1593-0793
  • La compartecipazione criminosa nel discorso umano sulla responsabilità, in Concorso di persone nel reato e pratiche discorsive dei giuristi. Un contributo interdisciplinare, a cura di Rosalba Sorice, p. 7-22, Bologna, Patron Editore, 2013, ISBN: 9788855532372
  • L’applicazione delle leggi antisemite: giudici e amministrazione (1938-2010), in Le leggi antiebraiche nell’ordinamento italiano. Razza diritto esperienze, a cura di Giuseppe Speciale, p. 205-266, Patron Editore, Bologna, 2013, ISBN: 9788855532426
  • Introduzione, in Le leggi antiebraiche nell’ordinamento italiano. Razza diritto esperienze, a cura di Giuseppe Speciale, p. 7-8, Bologna, Patron Editore, 2013, ISBN: 9788855532426
  • Speciale G. (a cura di) Le leggi antiebraiche nell’ordinamento italiano. Razza diritto esperienze, a cura di Giuseppe Speciale, con contributi di Michael Stolleis, Aldo Mazzacane, Alessandro Somma, Paolo Caretti, Ferdinando Treggiari, Olindo De Napoli, Ruggero Taradel, Silvia Falconieri, Antonella Meniconi, Angelo D’Orsi, Giuseppe Speciale, Giovanna D’Amico, Silvano Di Salvo, Michele Sarfatti, pp.337, Bologna, Patron Editore, 2013, ISBN: 9788855532426
  • Bartolomeo da Saliceto, in  Dizionario Biografico dei giuristi italiani (sec. XII-XX), vol. 1, Bologna, il Mulino, 2013, pp. 185-187, ISBN 9788815241245
  • Modica Isidoro, in  Dizionario Biografico dei giuristi italiani (sec. XII-XX), vol. 2, Bologna, il Mulino, 2013, p. 1359, ISBN 9788815241245
  • Delogu Pietro, in  Dizionario Biografico dei giuristi italiani (sec. XII-XX), vol. 1, Bologna, il Mulino, 2013, p. 755, ISBN 9788815241245
  • Rocco Alfredo, in La Cultura giuridica italiana, a cura di P. Costa et a., Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, 2013, pp. 195-199.
  • Salemi Giovanni, in  Dizionario Biografico dei giuristi italiani (sec. XII-XX), vol. 2, Bologna, il Mulino, 2013, pp. 1771-1772, ISBN 9788815241245
  • Dossier Carnazza: foro, accademia e potere politico dall'Unità al fascismo in Sicilia, in Cultura e tecnica forense tra dimensione siciliana e vocazione europea, a cura di F. Migliorino, G. Pace, Bologna, Il Mulino, 2013, pp. 239-263, ISBN 9788815242341
  • Appunti sulla giustizia criminale nel Regno di Sicilia, in La giustizia criminale nell'Italia Moderna (XVI-XVIII sec.), a cura di M. Cavina, Bologna, Patron Editore, 2012, pp. 355-378, ISBN 9788855531801
  • Giuristi tra accademia, potere politico, foro, in Catania. La città moderna, la città contemporanea, a cura di G. Giarrizzo, Catania, Domenico Sanfilippo Editore S.p.a., 2012, pp. 149-154, ISBN 8885127541
  • Il diritto e le nuove scienze tra feconde intersezioni e inconcludenti commistioni («Rivista di sociologia», «Antologia giuridica», «Il Circolo giuridico»), in Una tribuna per le scienze criminali. La 'cultura' delle Riviste nel dibattito penalistico tra Otto e Novecento, a cura di L. Lacché, M. Stronati, Macerata, edizioni università di macerata, 2012, p. 119-166, ISBN 9788860563293
  • Il risarcimento dei perseguitati politici e razziali: l’esperienza italiana, in Riparare Risarcire Ricordare Un dialogo tra storici e giuristi, a cura di G. Resta, V. Zeno Zencovich, Napoli, Editoriale Scientifica, 2012, p. 115-137, ISBN 978-88-6342-415-7
  • I modelli rimediali nella prospettiva dello storico, in Le ferite della storia e il diritto riparatore (Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Roma 3, venerdì 21 gennaio 2011), pubblicato sul sito https://www.sites.google.com/site/storiaediritto/convegni/21-1-2011-le-ferite-della-storia-e-il-diritto-riparatore.
  • Le leggi razziali e i giudici (1938-1943), in A settant'anni dalle leggi razziali. Profili culturali, giuridici e istituzionali dell'antisemitismo, a cura di D. Menozzi, A. Mariuzzo, Studi storici Carocci 162, Roma, Carocci, 2010,  pp. 205-226, ISBN 9788843056552
  • Le leggi razziali, la Costituzione, la legislazione risarcitoria: la giurisprudenza della Corte dei conti (1955-2008),in  Studi in onore di Luigi Arcidiacono, vol. VIII, Torino, Giappichelli, 2010, pp. 1-29,  ISBN 9788834816288
  • L’applicazione delle leggi antisemite: giudici e amministrazione (1938-2010), in: AA.VV. Capire gli sterminiPer una didattica della Shoah. Summer School per gli insegnanti degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado della Toscana Pisa, 29 agosto - 3 settembre 2010 Scuola Normale Superiore di Pisa. Firenze, Regione Toscana, 2013, p. 1-41
  • Giudici e razza nell'Italia fascista, in Ritorno al Diritto, 8 (2008), pp. 171-177, ISSN 18270263
  • L’officina del giurista nell’età del positivismo, in Il positivismo italiano: una questione chiusa? a cura di G. Bentivegna, F. Coniglione, G. Magnano San Lio, Acireale, Bonanno Editore, 2008, pp. 214-239, ISBN 887796523-1
  • Giudici e razza nell'Italia fascista (Giappichelli Torino 2007), ISBN 8978-88-3486742-6, segnalato dalla giuria tedesca tra i libri giuridici dell’anno 2007 e da quella italiana tra quelli del 2008http://www.olir.it/news/archivio.php?id=1439,  recensito in Le carte e la storia 2 (2007) pp. 90-91 e, nella stessa rivista, da Silvia Falconieri alle pp, 128-130; da Beatrice Primerano in  Pensiero politico. Rivista di storia delle idee politiche e sociali, 2008, e in Laboratoire italien: politique et société, 2008.
  • Fanatismo e tolleranza nell’esperienza giuridica europea. Frammenti per un discorso, in Il fanatismo. Dalle origini psichiche al sociale. Atti del Convegno della Società italiana di psicoterapia psicoanalitica, Catania, settembre 2003, a cura di Francesco Spadaro e Carlos Tabbia (Armando, Roma 2007).
  • Alteri ad delictum praebuit occasionem. A proposito di mandatum e consilium: voci dal discorso sulla responsabilità, in Studi per Giovanni Nicosia (Giuffré, Milano 2007) vol. VIII.
  • Giudici e razza negli anni della discriminazione. Voci dalle sentenze, in Io sono l’altro degli altri. L’ebraismo e il destino dell’Occidente, a cura di G. Ruggieri (Quaderni di Synaxis 19; Giunti Firenze 2006) pp. 149-171, ISBN  978-88-09-05240-6.
  • Progetti e giuristi a Catania alla fine dell’Ottocento, in I saperi della città, a cura di E. Iachello (Storia e analisi del territorio 2; l’Epos 2006) pp. 273-286, ISBN 88-8302-322-6.
  • A proposito di retorica e diritto. Intervento al convegno “Sponde: Catania e le sue origini” (26 marzo - 4 aprile 2004). Sessione “Gorgia, l’arte del parlare, il teatro, il foro, il mercato” (30 Marzo 2004), in Annali del Seminario giuridico 7 (2006), ISSN 15933903.
  • Gregorian Decretals in the Web (insieme con Francesco Migliorino), in Zeitschrift der Savigny Stiftung fur Rechtsgeschichte - Kanonistische Abteilung 122 (2005) pp. 848-849, ISSN 03234142.
  • L’identità violata: gli ebrei in Sicilia, in Cultura della vita e cultura della morte nella Sicilia del ’900, Atti del convegno 5-6 aprile 2001, Università degli Studi di Catania – Studio teologico S. Paolo, Catania (Quaderni di Synaxis 15; Giunti, Firenze, 2002) pp. 197-211; ISBN 88-090298-1.
  • La cronaca di ‘Henrigetus magistri Gerardi’, in I da Camino, capitani di Treviso Feltre e Belluno, signori di Serravalle e del Cadore. Atti del II convegno nazionale 20 aprile 2002 (Circolo vittoriese di ricerche storiche, Vittorio Veneto 2002) pp. 91-118.
  • Antologia Giuridica. Laboratori e rifondazioni di fine Ottocento (Pubblicazioni della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Catania 175; Giuffré, Milano, 2001) 222 pp.; ISBN 88-14-09199-4, recensito, da Vittoria Calabrò, in Annali di Storia delle Università italiane 9 (2005) p. 369 http://www.cisui.unibo.it/rec/280.htm.
  • ‘Apparatus’: ipertesto vivo e aperto, in Ius Commune Zeitschrift für Europäische Rechtsgeschichte XXVIII (Vittorio Klostermann Frankfurt am Main 2001) pp. 47-59; ISSN 0579-2428.
  • ‘Libri legales’ a Padova: note sul ms. London, British Museum, Arundel 433, in Quaderni per la Storia dell’Università di Padova 31 (1998) 77-90.
  • Dell’Abbate Grimaldo e del castrum di Percena. L’Abbazia di Sant’Antimo in una breve notizia del secolo XII, inAnthimiana 1 (1997) 51-59.
  • ‘Fures, latrones publici, decocti fraudulenti’: il confugium per i falliti da Innocenzo III a Benedetto XIII, in Rivista Internazionale di Diritto Comune 7 (Il Cigno-Galileo Galilei, Roma, 1996) 149-174; ISSN 1120-5695.
  • Fallimento tra dolo e sfortuna. L’azione revocatoria e il diritto d’asilo nei secoli XVI-XVIII (Il Cigno-Galileo Galilei, Roma, 1996) 160 pp; ISBN 8878310514, recensito da Guido Pfeifer in Zeitschrift der Savigny Stiftung fur Rechtsgeschichte,  Rom. Abt. 116 (1999) pp. 624-628
  • Francesco d’Accursio e la trasmissione della Magna Glossa. Un contributo dal codice di Gand, Bibliothek der Rijksuniversiteit, 21, in Rivista Internazionale di Diritto Comune 6 (Il Cigno-Galileo Galilei, Roma, 1995) 191-215; ISSN 1120-5695.
  • La Memoria del Diritto Comune. Sulle ‘tracce d’uso’ del Codex di Giustiniano (secoli XII-XV)(Il Cigno-Galileo Galilei, Roma, 1994) 410 pp.; ISBN 88-7831-027-1. Il volume è recensito da: Gérard Fransen, Revue d’Hi­stoire Ecclésiastique 90 (1995) 144-146; Martin Bertram, Quellen und Forschungen 76 (1996) 580-583; Gérard Giordanengo, Revue historique de droit français et étranger 74.2 (1996) 273-274;Laurent Mayali, Speculum. A Journal of Medieval Studies 71.2 (1996) 493-494; Gian Savino Pene Vidari, Rivista di Storia del diritto italiano 69 (1996) 392-394; Gero Dolezalek, Zeitschrift der Savigny Stiftung für Rechtsgeschichte rom. Abt. 126 (1997) 629-630; Antonio Pérez Martín, Ius Commune. Zeitschrift für Europäische Rechtsgeschichte 24 (1997) 371-373; G. Mantovano, Quaderni per la Storia dell’Università di Padova 30 (1997).
  • ‘Henrigetus magistri Gerardi’ giudice e cronista. La Marca Trevigiana in un’inedita cronaca trecentesca, in Rivista Internazionale di Diritto Comune 3 (Il Cigno-Galileo Galilei, Roma, 1992) 231-275; ISSN 1120-5695.
  • ‘Acursius fuit de Certaldo…’, in Rivista Internazionale di Diritto Comune 1 (Il Cigno-Galileo Galilei, Roma, 1990) 111-120; ISSN 1120-5695.
  • Studio sui notabilia del codice Assisi 220, in Quaderni catanesi di studi classici e medievali 17 (Tringale editore, Catania, 1987) 157-214; ISSN 0392-1840.

Sul Web

  • Razza diritto esperienze: Le leggi razziali in Italia  www.lex.unict.it/radies.
  • Yperliberextra. Un motore di ricerca sulle Decretales di Gregorio IX (con Francesco Migliorino): http://www.lex.unict.it/liber.
  • Antologia giuridica. Indici e files pdf della rivista pubblicata tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento: http://www.lex.unict.it/antologia

Aree di ricerca: per l’età medievale ha studiato i manoscritti del Codice di Giustiniano nelle scuole giuridiche dei secoli XII-XV e le vicende della formazione e della trasmissione dell’apparato accursiano. Per l’età moderna si è occupato di alcuni aspetti del diritto fallimentare: l’azione revocatoria e il diritto d’asilo per i falliti fraudolenti. Ha avviato una ricerca su alcuni aspetti della compartecipazione criminosa tra medioevo ed età moderna: la riflessione dei giuristi sul concorso di persone (in particolare sul mandatum e sul consilium a delinquere), le soluzioni normative, i problemi probatori. Per l’età contemporanea ha guardato alla cultura giuridica italiana nei decenni a cavallo tra il secolo XIX e il XX con particolare riferimento alla legislazione sociale, al rapporto tra sociologia, nuove scienze sociali e diritto, al ripensamento del ruolo del diritto romano, ai nuovi orientamenti della penalistica. Ha, inoltre, studiato come i giudici italiani applicarono la legislazione antisemita avviata nel 1938. Il volume che riguarda questa ricerca è stato segnalato dalla giuria tedesca, per il 2007, e da quella italiana, per il 2008, tra i dieci testi giuridici dell’anno. Ha contribuito alla realizzazione del motore di ricerca sul Liber Extra di Gregorio IX (www.lex.unict.it/liber). Ha realizzato il sito su una fortunata rivista giuridica di fine Ottocento (www.lex.unict.it/antologiagiuridica) e uno sulla legislazione antisemita del 1938 (www.lex.unict.it/radies

 

INIZIATIVE PROMOSSE

 

MOSTRE

 

RELAZIONI A CONVEGNI e LEZIONI

 

OSPITI A LEZIONE

Clicca qui per visualizzare tutti gli insegnamenti