Amalia Orsina

Email: aorsina@lex.unict.it
Ciclo: XXIX
Tutor: Profesoressa Anna Maria Maugeri

Parole chiave

salute e sicurezza del lavoro, agenti patogeni, incertezza scientifica, colpa penale


Abstract

Abstract del progetto di ricerca: La colpa penale in contesti di incertezza scientifica. Un caso particolare: l’esposizione professionale ad agenti patogeni

Il progetto di ricerca che si intende sviluppare nell’ambito del Corso di Dottorato in Giurisprudenza - XXIX ciclo assume ad oggetto di indagine lo specifico settore normativo concernente la tutela dei lavoratori dagli eventi di pericolo e di danno derivanti dall’esposizione professionale ad agenti potenzialmente patogeni; in particolare esso si focalizza sulle ripercussioni che questa peculiare disciplina produce sul versante penalistico. 
La scelta di polarizzare l’attenzione su questo ramo del panorama normativo antinfortunistico si giustifica in ragione del fatto che la materia dell’esposizione professionale ad agenti patogeni può essere assunta quale privilegiato laboratorio di modelli di tutela penale dal rischio da ignoto scientifico-tecnologico.
In particolare, al fine di focalizzare la dimensione penalistica della disciplina in oggetto, si intende sviluppare l’indagine in una duplice direzione comparatistica: infra-ordinamentale, attraverso la comparazione con altre normative settoriali che presentano profili di interferenza con la normativa in materia di esposizione professionale ad agenti patogeni (la disciplina in materia di OGM, elettrosmog, ambiente); inter-ordinamentale, attraverso un’analisi comparatistica della disciplina vigente in altri ordinamenti, in specie quelli di common law.
Nell’economia del presente progetto si vuole, peraltro, riservare un’apposita sezione al profilo della responsabilità amministrativa da reato degli enti, considerato che la disciplina in tema di esposizione professionale ad agenti patogeni in definitiva ha come destinatari imprese di grandi dimensioni, dotate di risorse organizzative e capacità di investimento adeguate allo svolgimento di attività produttive d’avanguardia. 

Biografia

Dal Dicembre 2013 al Dicembre 2016 ha frequentato il corso di Dottorato in Giurisprudenza – XXIX ciclo presso l’Università degli Studi di Catania con un progetto di ricerca in tema di "La colpa penale in contesti di incertezza scientifica. Un caso particolare: l’esposizione professionale ad agenti patogeni". Nel Settembre 2017 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Giurisprudenza e, contestualmente, la qualifica di Doctor Europaues nel rispetto dei requisiti stabiliti dall’EUA – European University Association.

Situazione occupazionale dopo il conseguimento del titolo di Dottore di ricerca:
01.08.2019-31.07.2022: Ricercatrice a tempo determinato, e a tempo pieno, ex art. 24, co. 3, lett. a), della Legge n. 240/2010, per il settore concorsuale 12/G1 – DIRITTO PENALE (settore s.d. IUS/17 – Diritto penale), presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania nell’ambito dell’intervento Linea 1 (Mobilità dei ricercatori) di cui al D.D. 407 del 27.2.2018 emanato dal MIUR in attuazione dell’Azione 1.2 “Mobilità dei ricercatori” dell’Asse I del PON R&I 2014-2020 (Bando: D.R. n. 695 del 11/3/2019 – CUP: E66C18001440007 – Id. proposta: AIM1812923 – linea di attività: attività 1) – Area di specializzazione SNSI: AGRIFOOD).